Provincia autonoma di Trento

Logo stampa
 
 
Facebook Twitter YouTube
 
 
 
 
 
 

Rating 2011

 

SERVIZIO ENTRATE, FINANZA E CREDITO

Rating Provincia Autonoma di Trento

DECLASSAMENTO DEL RATING PER L’ITALIA:

LE CONSEGUENZE PER IL TRENTINO

 

 

A seguito del declassamento del rating della Repubblica Italiana di ben tre gradini, da quota "Aa2" a quota "A2" con prospettive negative, Moody’s ha automaticamente adeguato il rating di tutti gli enti territoriali e locali sotto-ordinati fra cui anche le Province autonome di Trento e di Bolzano e Cassa del Trentino, i cui rating conseguentemente sono scesi anch’essi di tre gradini, dal livello Aaa al livello Aa3. Di fatto, l’adeguamento del rating della Provincia autonoma di Trento alle nuove valutazioni sull’affidabilità creditizia dello Stato italiano è per Moody’s una sorta di atto dovuto.

Per Moody’s il declassamento del rating della Provincia autonoma di Trento è connesso al peggioramento delle condizioni della finanza pubblica e dalle prospettive di solvibilità dello Stato italiano. I mercati risentono del quadro di forte incertezza e di deterioramento della fiducia degli investitori e sono pertanto molto più sensibili al rischio di shock finanziario. Nella sua valutazione, Moody's riconferma peraltro ancora una volta la solidità della Provincia, derivante innanzitutto dallo Statuto speciale di Autonomia, riconosciuto dalla Costituzione italiana, che per l’Agenzia dovrebbe consertirle di continuare a salvaguardarla dalla debolezza del contesto italiano.

Grazie all’Autonomia garantita dallo Statuto e agli ottimi fondamentali economico-finanziari la Provincia è in grado di mantenere due “notches” in più dell’Italia, il che le consente di riconfermare il più elevato rating assegnato da Moody's ad un ente italiano. Anche nell'attuale negativa congiuntura della finanza pubblica Moody's si aspetta che l'eccellente performance finanziaria e l'elevata flessibilità fiscale della Provincia possano continuare.

Anche l’agenzia Fitch, dopo il declassamento dello Stato italiano (un gradino da AA- ad A+), ha adeguato il giudizio di rating a lungo termine della Provincia di un gradino, che passa quindi da “tripla A” a “AA+”, con revisione delle prospettive da stabili a negative. I criteri di Fitch prevedono che la differenza di rating tra Stato sovrano e le regioni e province autonome non può superare i 3 noches, di qui quindi il declassamento della Provincia che mantiene comunque un giudizio superiore di tre notches rispetto all’Italia.

 
 
 
 
{{puoi_provare_anche}}:
 
 
 
 
{{risultati}} -  {{di_circa}}   {{per}}
{{puoi_provare_anche}}: