Provincia autonoma di Trento

Logo stampa
 
 
Facebook Twitter YouTube
  • 800903606
 
 
 
 
 

Prima pagina

 

LE ATTIVITA'

 

Dal 18 luglio con alloggio nel palazzo municipale di Castel Condino nelle Giudicarie i 12 ragazzi selezionati sono stati affiancati nelle attività di conoscenza del territorio da tre studenti dell’Istituto di istruzione don Guetti di Tione affiancati da un docente dell’Istituto, il prof. Romeo Collini, per i quali l’esperienza di confronto operativo con giovani universitari è apparsa un’opportunità concreta di immersione nelle modalità operative delle discipline studiate a livello universitario. Secondo la metodologia adottata, sono stati organizzati incontri con stakeholder locali, quali sindaci e amministratori di Pieve di Bono-Prezzo, Castel Condino e di Valle di Daone, le guardie forestali locali, i rappresentanti delle locali Aziende di Promozione turistica del Territorio, i gestori e i lavoratori delle malghe che gravitano intorno a Boniprati.

Similmente a Mezzano nella Comunità del Primiero i 12 ragazzi selezionati insieme a due studenti dell’Istituto comprensivo del Primiero guidati dal prof. Luigi Boso hanno incontrato gli stakeholder locali, quali sindaci e amministratori di Mezzano e Imer, le guardie forestali locali, i rappresentanti delle locali Aziende di Promozione turistica del Territorio, i gestori e i lavoratori di malghe e attività ricreative presenti nelle Vederne.

Le amministrazioni locali delle Giudicarie e del Primiero hanno messo a disposizione dei ragazzi materiali cartografici e di documentazione necessari per la conoscenza dell’area e attivandosi per le richieste che emergevano dai gruppi.

Dopo un primo sopralluogo, ognuno dei sei gruppi ha elaborato le prime bozze di proposta progettuale, che sono state sottoposte nuovamente agli operatori e stakeholders locali per un confronto.

Ogni gruppo ha infine elaborato la documentazione a supporto della proposta progettuale, in particolare un video di presentazione dell’idea, un documento di prospettiva e le slide per la presentazione alle comunità.

L’ultima attività è consistita nella restituzione alle due comunità locale delle idee maturate durante il laboratorio; il 22 luglio, simultaneamente nei due territori e come ultima sera del laboratorio LAMO davanti ad un pubblico eterogeneo i giovani hanno presentato le proposte elaborate durante il laboratorio.

Video, presentazioni e documenti di prospettiva hanno poi costituito materiale di giudizio per il conferimento del premio alle due migliori proposte emerse.


 
 
 
 
{{puoi_provare_anche}}:
 
 
 
 
{{risultati}} -  {{di_circa}}   {{per}}
{{puoi_provare_anche}}: